Cronache e risultati
Coppa Europa 2011
Derby 2011
Campo Felice 2011
Serbia Novembre 2011
Derby 2012
Serbia primavera 2013
Derby 2013
Spagna 2014
Coppa Europa 2015
Terza pagina
La scomparsa di Oscar Monaco
Libro d'oro
Albo d'oro di Coppa Europa
Albo d'oro del Derby Italiano
Albo d'oro campionato Pointer
Calendari e programmi
calendario classiche 2011
Programma grande cerca Serbia marzo 2012
Calendario classiche 2013
Notiziario
Notizie da Nis
Spagna 2014
Serbia primavera 2014
FRANCIA 2015
 

Derby 2013


Un Derby fieramente contrastato da condizioni atmosferiche quasi impossibili. Campi semiallagati, strade vicinali assolutamente impraticabili, e, come se non bastasse, vento quasi assente e continuamente mutevole il sabato, mentre la domenica il vento c'era, ma faceva anche piuttosto freddo, e non ha mai smesso di piovere, nemmeno per un istante. Seguire la gara diventa così un'impresa destinata al completo insuccesso, ma soprattutto le difficoltà per i cani sono elevate all'ennesima potenza. Purtroppo, il persistere del tempo avverso ha costretto ad annullare le due gare previste a seguire, l'attesissimo trofeo Franco Grassi, speciale pointer del lunedì, e la speciale setter di martedì. Un vero peccato, perché l'iniziativa era delle più lodevoli. Se la memoria non m'inganna, erano dodici anni esatti, dal marzo 2001 al Mezzano, che non venivano programmate gare a grande cerca in Italia: e sarebbe stato importantissimo, e magnifico, farle.

Sgombrato subito il campo dall'unico aspetto negativo, non resta che parlare di quelli positivi, cioè di tutto il resto. Ad onta dell'inclemenza di una stagione in cui l'attesissima primavera continua a latitare come non mai - personalmente, non ho ricordo di un mese di marzo così brutto come quest'anno – l'affluenza di pubblico è stata massiccia: una grande folla di appassionati accorsi da ogni regione d'Italia, a riprova dell'attaccamento e dell'interesse verso gli eventi della selezione classica, di cui i cinofili italiano dimostrano una sete insaziabile. Tanta bella gente, tante belle donne, tanti giovani, tanto, ma tanto entusiasmo. È la miglior cura contro il pessimismo.

Superfluo elencare i personaggi presenti: la cinofilia che conta c'era tutta, a cominciare dal presidente Francesco Balducci. Efficientissima l'organizzazione dell' ENCI e del Gruppo Cinofilo Alessandrino. Impeccabile e prezioso, come sempre, l'operato del Delegato Giuliano Baricci e del Funzionario ENCI Luca Mollo.

Il primo giorno, venerdì 22, io non ho potuto partecipare, sono arrivato l'indomani mattina, ma mi è stato riferito che lo stato del vento era da far impazzire. Questo spiega perché i cani al richiamo sono stati solo sei.

Le cose per fortuna sono andate decisamente meglio il sabato. Nonostante tutta la buona volontà, ho potuto vedere solo brevi e discontinui sprazzi della gara. Quando le strade non consentono di spostarsi, diventa ovviamente impossibile tenere il contatto, e in modo particolare quando l'aria fa di tutto per ostacolare la successione dei turni e per allontanarli alla vista.

A testimoniare le enormi difficoltà meteorologiche (poco dopo mezzodì comincia a piovere, e non smetterà più!) sta anche il fatto che le batterie si concludono a tarda sera

Non appena pubblicato l'elenco ufficiale dei cani al richiamo, si ha subito la sensazione che assisteremo a un finale di Derby molto interessante e avvincente.

Domenica mattina riuscire a vedere qualcosa si rivela ancora una pia illusione. La strada tra Quargnento e Solero ben presto si trasforma nel Grande Raccordo all'ora di punta! Dei richiami della prima batteria riesco a intravedere il gran turno, coronato dall'incontro, di Mosè del Sargiadae, Altre fasi molto pregevoli sono quelle offerte da Zolfo del Sole, setter inglese condotto da Lombardi e da Piandema Drol, bel pointer bianco-arancio condotto da Burresi. Poi tutto finisce con lo svanire all'orizzonte. Riescono ad esprimersi ad alto livello, e ad aggiudicarsi il punto, anche Ranger del Sargiadae, di Eschini, Melitios, di Landi, e Pathos di Targetti.

Alla grande cascina Tolara si recita l'ultimo atto, in un clima che il vento gelido e la pioggia non riescono a raffreddare: alta tensione!

I cani impegnati nei turni di coppia volano come rombanti motoscafi su un terreno ridotto ormai a una palude, alzando scie d'acqua, e si comportano tutti, indistintamente, molto, molto bene. Sono stati quattro brevi turni di coppia uno più bello dell'altro. Non resta che attendere il verdetto della giuria. Ma l'attesa è breve, la giuria a sezioni riunite (Paolo Berlingozzi, Maurizio Crudeli, Mario Di Pinto, Ivo Geminiani, Silvio Marelli e Oliviano Nobile) procede innanzitutto a relazionare sull'andamento della gara, per bocca dei due presidenti Nobile e Marelli, che assolvono il loro compito come al solito in modo brillantissimo ed oltremodo completo preciso eloquente ed esauriente. Prendono la parola il Presidente dell'ENCI, Francesco Balducci, che dice cose molto sagge ed incoraggianti per tutti, il Presidente del Gruppo Cinofilo Alessandrino ed il grande Elio Cantone, artefici, con tutti i loro collaboratori, di questo lusinghiero successo. Poi viene data lettura della classifica, che è la seguente:


1° Ecc CAC Mosè del Sargiadae, pointer maschio bianco-nero, da Admiral del Sargiadae e Indiana del Sargiadae (Milord di Groppo), allevatore Marelli, proprietario Parpajola, conduttore Girandola


2° Ecc 1a Ris. CAC Ranger del Sargiadae, pointer maschio bianco-nero, da Apollo e London del Sargiadae (Kaster), allevatore Marelli, proprietario Vasilios Sakantanis, conduttore Eschini


3° Ecc 2a Ris CAC Melitios, setter inglese maschio bianco-marrone, da Bigjim e Tea, allevatore Succi, proprietario e conduttore Landi


Ecc Pathos, setter inglese maschio bianco-arancio, da Furore Marte ed Estasi, allevatore Targetti, proprietario Fratus, conduttore Targetti


Ecc Eugubium Icaro, pointer maschio bianco-arancio, da Eugubium Vinci ed Eugubium Agnese, allevatore Gnagni, proprietario Benini, conduttore Moretti


Ecc Bill della Steccaia, pointer maschio bianco-nero, da Vento del Frangio e Prunilla della Cisa, allevatore Pasquali, proprietaria Sig.ra Martina Benedetta Maria Grazia, conduttore Cantoni


Ecc Geo del Zagnis, setter inglese maschio, da Kos del Zagnis e Edda dei Scaini, allevatore Zagni, proprietario Vecchi, conduttore Kartalia


MB Rudy, setter inglese maschio bianco-marrone, da Radentis Milano e Nanà, allevatore D'Isep, proprietario Guaresi, conduttore Garanzini


CQN Giorgio dei Dipinti, pointer maschio bianco-arancio, da Bayron del Vento e Dea del Citterium, allevatore, proprietario e conduttore Forti


CQN Dero del Zagnis , setter inglese maschio bianco-nero, da Beckham e Eder, allevatore Zagni, proprietario Endrizzi, conduttore Cantoni


CQN Freccia, setter inglese femmina, da Laccio e Fanni, allevatore proprietario e conduttore Nicolotti


CQN Cita dei Scaini, setter inglese femmina, da Ralf del Sargiadae e Ziska dei Scaini, allevatore Scaini, proprietaria e conduttrice Sig.ra Giada Papetti.




Indipendentemente dalle cause di forza maggiore, del tutto contingenti, che hanno impedito la disputa delle gare programmate dopo il Derby, ripetiamo ancora una volta che questo dovrebbe essere un traguardo da raggiungere: riportiamo la grande cerca anche in Italia! L'esito brillantissimo di questo Derby è l'ulteriore dimostrazione che si può fare bene, benissimo, anche in casa nostra. Non oso pensare che cosa meravigliosa sarebbe stata se il tempo ci avesse assistito. In ogni caso, se la Tollara rientra stabilmente tra le tappe d'obbligo della grande cerca in Italia, e se accanto ad essa si potessero recuperare altre strepitose palestre come il Mezzano, e un altro paio di zone al centro-sud, vedi per esempio Val d'Orcia e Altamura, si realizzerebbe davvero un sogno. Il sogno, ne sono certo, di tutti coloro che, sfidando Giove Pluvio, sono accorsi ad Alessandria in questo glorioso finesettimana di una primavera che non si decide ad arrivare, e anche di tanti, tanti altri.





















Trialer Copyright © 2001 Trialer. - P.IVA numero p.iva o cdf